Quando la Seborrea evolve in Dermatite Seborroica

La Seborrea o ipersecrezione sebacea è la produzione eccessiva di sebo provocata dall’iperattività delle ghiandole sebacee.

A livello di pelle, la Seborrea può precedere o accompagnare l’acne e le sue tipiche lesioni come i comedoni chiusi o punti bianchi, i comedoni aperti o punti neri, le pustole, le papule, i noduli e le cisti. A livello di cuoio capelluto, invece, i sintomi che contraddistinguono la Seborrea sono il prurito, il dolore sulla superficie della testa, la presenza di forfora e capelli grassi. Se l’anomalia si protrae a lungo, una conseguenza può essere inoltre la caduta dei capelli.

La Seborrea può in alcuni casi evolvere in Dermatite Seborroica. In queste situazioni, l’iperproduzione di sebo è accompagnata da un’infiammazione della cute e dalla comparsa di squame untuose. La Dermatite Seborroica può colpire tutte le aree del corpo ricche di ghiandole sebacee, ovvero il cuoio capelluto, le sopracciglia, i lati del naso, le zone cutanee dietro le orecchie, il canale uditivo, le ascelle, il torace e l’inguine.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

La forfora si manifesta solo in alcune fasi della vita

La forfora può provocare prurito

Nella dermocosmetica, la camomilla può essere usata in combinazione con altre sostanze come principio attivo utile per calmare le infiammazioni cutanee

Scroll to Top