Quando la dermatite seborroica è associata all’HIV

Come evidenziato dalla letteratura scientifica da diversi anni, la dermatite seborroica è una delle manifestazioni cutanee più comuni nelle persone sieropositive. L’HIV conduce, infatti, a una profonda alterazione del sistema immunitario, determinando negli individui che ne sono affetti un rischio molto più elevato di sviluppare varie malattie cutanee, tra cui appunto la dermatite seborroica.

DIFFUSIONE E SINTOMI DELLA DERMATITE SEBORROICA TRA I SIEROPOSITIVI

Mentre nella popolazione sieronegativa la dermatite seborroica riguarda il 3-5% delle persone, tra i sieropositivi si raggiunge la cifra di oltre il  40% e di oltre l’80% negli individui con AIDS conclamata. Anche in questa tipologia di pazienti, la patologia cutanea risulta più diffusa tra i giovani di sesso maschile, poiché hanno la pelle più grassa, e più comune nelle aree geografiche fredde e durante le fasi di stress acuto.

Nei soggetti affetti da HIV, le lesioni caratteristiche della dermatite seborroica interessano però anche zone del corpo come petto, schiena, ascelle e inguine, che sono invece mediamente meno colpite nei pazienti sieronegativi. In presenza di HIV, inoltre, i risultati clinici tendono a essere più gravi: la malattia cutanea si manifesta in forma più severa e con una componente infiammatoria più intensa. Lo stesso esordio può essere più brusco e il suo controllo può risultare più difficile con i trattamenti convenzionali.

TERAPIA

La terapia varia ovviamente da persona a persona, a seconda del grado di sviluppo del singolo caso. Se la dermatite seborroica risulta localizzata, si può seguire la strada di un trattamento topico. Nei casi più gravi, può essere invece indicato il trattamento sistemico, associato quasi sempre a quello topico, e si può anche ricorrere a fototerapia. La cura è comunque sempre finalizzata a controllare e diminuire la produzione di sebo, a inibire la moltiplicazione della malassezia e a contrastare l’infiammazione della zona colpita.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

L’allume di rocca presente nell’Alukina non è una sostanza naturale

Chi è affetto da dermatite seborroica ha più probabilità di essere intollerante al glutine

ALUSEB® Shampoo non è indicato nei casi di forfora secca

Scroll to Top