Forfora: come prevenirla

La forfora è un disturbo del cuoio capelluto difficile da trattare, perché può derivare da molte cause, che spaziano dall’intolleranza ai prodotti cosmetici per capelli, ai disordini alimentari, fino alla presenza di un’infezione da funghi o di un’infiammazione di tipo allergico.

Per combattere questo inestetismo occorre quindi come prima cosa individuarne l’origine, altrimenti i trattamenti rischiano di avere un’efficacia limitata o addirittura, in alcuni casi, di rivelarsi controproducenti. Ovviamente, un’esatta diagnosi può essere effettuata solo da uno specialista dermatologo che in seguito a una visita accurata, potrà stabilire qual è la cura migliore da seguire.

Accanto ai trattamenti, il dermatologo potrà anche suggerire degli accorgimenti da applicare nella vita di tutti i giorni per prevenire la comparsa di forfora. Tra questi, c’è innanzitutto l’alimentazione. I cibi che consumiamo, infatti, influenzano il comportamento delle nostre ghiandole sebacee, incluse quelle del cuoio capelluto, peggiorando la tendenza alla forfora in chi ne è soggetto. Per questo motivo, va moderata l’assunzione di alcuni alimenti che ne favoriscono la comparsa. È il caso di cibi grassi, conservati, fritti e insaccati. Sono invece consigliabili alimenti come frutta e verdura fresche o carne bianca.

Un altro semplice accorgimento da seguire consiste nell’evitare di grattarsi la testa, anche se si avverte prurito intenso. Il gesto di grattarsi, infatti, peggiora la già delicata condizione del cuoio capelluto e determina inoltre il rischio di produrre piccole lesioni sulla pelle, che potrebbero evolvere in fastidiose infezioni.

È poi raccomandabile, se possibile, evitare le situazioni di stress fisico o emotivo. Questo stato incide negativamente su molte funzioni dell’organismo, accrescendo in determinati casi anche la tendenza alla forfora.

Occorre infine ricordare l’importanza di una costante igiene, soprattutto nelle aree metropolitane in cui l’inquinamento ha, tra i suoi effetti, quello di provocare o peggiorare la forfora. I capelli vanno lavati almeno tre volte a settimana e, se necessario tutti i giorni.

Per il lavaggio quotidiano è possibile utilizzare ALUSEB® Shampoo, prodotto indicato nei casi di alterazione del film idrolipidico del cuoio capelluto come prurito, seborrea e, appunto, forfora. Lo shampoo unisce le proprietà dell’Alukina, un componente completamente naturale, a quelle di Camomilla, Proteine del grano idrolizzate e Zinco PCA, sostanza dalle molteplici funzionalità per la cura delle problematiche cutanee, tra cui:

– regolarizzazione della secrezione sebacea;
– azione astringente;
– funzione lenitiva e riequilibrante. 

A rendere particolarmente indicato ALUSEB® Shampoo per il trattamento della forfora è anche l’assenza di sostanze cheratolitiche, presenti in molti altri prodotti. Queste sostanze possono infatti causare, in alcune situazioni, uno spiacevole effetto rebound, poiché distaccano grandi quantità di cellule dal cuoio capelluto, peggiorando lo stato irritativo. Il loro impiego, perciò, può risultare  aggressivo e non adatto a tutte le tipologie di forfora. ALUSEB® Shampoo va applicato, massaggiando il cuoio capelluto per poi risciacquare abbondantemente.

All’uso quotidiano dello shampoo, si può affiancare quello di ALUSEB® Lozione. Il prodotto ha anch’esso l’Alukina come principio attivo principale, a cui si fondono le proprietà del pantenolo, dall’azione idratante, emolliente e lenitiva. La lozione deve essere applicata la sera prima di dormire sulle zone interessate dalla forfora, e va massaggiata con delicatezza fino al completo assorbimento. Il trattamento deve essere proseguito per trenta giorni da ripetere a cicli.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

La scarsa igiene dei capelli incide sulla presenza di forfora

Il prurito è legato esclusivamente a problemi cutanei

La dermatite seborroica ha un andamento stagionale

Scroll to Top