Dermatite seborroica: i rimedi naturali che agiscono dall’esterno

Prurito, infiammazione, desquamazione della pelle. Sono questi i problemi che la dermatite seborroica causa al corpo. Le zone più colpite da questo disagio sono quelle in cui vi è una più alta concentrazione di ghiandole sebacee, ossia, cuoio capelluto, fronte, lati del naso, e torace.

Le cause

Non esiste una causa specifica alla quale ricondurre l’insorgere della patologia. Ad oggi i motivi più accreditati sono legati a fattori genetici, ambientali, di stress e di alimentazione. Recentemente poi è stata scoperta una relazione tra la presenza elevata di un fungo della pelle, la Malassezia Furfur, e la dermatite seborroica, ma non è stato possibile stabilire una connessione univoca e inequivocabile tra le due situazioni perché in alcuni casi, sebbene la proliferazione del fungo superasse i livelli normali, non si era notata la comparsa di dermatite.

I rimedi

Sono molti i rimedi in circolazione che sono in grado di ristabilire l’equilibrio della produzione sebacea e diminuire la dermatite seborroica.
In particolare in campo cosmetico possono essere utili sostanze di tipo naturale che agiscono dall’esterno, contrastando desquamazioni e irritazioni sulle varie zone del corpo.

Ecco i rimedi naturali esterni:

Alukina, un prodotto a base di allume di rocca, retinil palmitato e acido 18 beta glicirretico. Questi tre componenti, tutti naturali, sono in grado di favorire la regolarizzazione della produzione di sebo, favorire il turnover cellulare e contrastare gli inestetismi cutanei.

Aloe vera: possiede proprietà calmanti lenitive e rigeneranti per la pelle lesionata, inoltre contribuisce alla formazione delle cellule alleviando rossore e prurito.

Olio di iperico: è impiegato nella dermatite seborroica proprio per le sue proprietà cicatrizzanti ed emollienti, in grado di stimolare la rigenerazione cellulare in caso lesioni della pelle.

Echinacea: rinforza le difese immunitarie stimolando la risposta della pelle agli attacchi di infezioni fungine virali e batteriche.

Ginkgo biloba: agisce sui vasi sanguigni, rinforzando le loro pareti, in questo modo si rinforza e rivitalizza la pelle.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Alcuni cibi hanno una funzione sebo-regolatrice

L’acqua di mare fa bene alla dermatite seborroica?

L’umidità è tra i fattori scatenanti della Dermatite Seborroica

Scroll to Top