Dermatite seborroica e sole

Una delle cure naturali più efficaci nella lotta alla dermatite seborroica è il sole. L’esposizione ai raggi solari stimola le difese della pelle che, una volta attivatesi, possono combattere questo fastidiosissimo problema. La dermatite seborroica è una patologia dell’epidermide la cui comparsa nei due terzi dei casi dipende da fattori psicologici. Se si è sottoposti ad un periodo di forte stress e si comincia a notare la presenza di piccole chiazze rossastre, che al tatto sembrano unte e danno un forte prurito, concentrate nella zona T del viso (fronte e naso), all’attaccatura dei capelli e sul torace, con molta probabilità ci si trova di fronte ad un caso di dermatite seborroica.

Il sole può essere di grande aiuto nel risolvere questo problema perché stimolando le naturali difese della pelle fa sì che le chiazze pruriginose si essicchino prima, si diradino e scompaiano del tutto. Non solo. Anche l’aria marina può contribuire notevolmente alla soluzione di questo problema. È noto infatti che trascorrere dei periodi al mare, anche brevi, sia utile per migliorare l’umore e riequilibrare gli stati d’ansia che stanno alla base di chi soffre di dermatite seborroica.

Chi però non ha la possibilità di recarsi al mare per sconfiggere il problema non deve darsi per vinto. Esistono diversi metodi alternativi al sole e al mare. L’ultimo ritrovato in campo cosmetico, ad esempio, è l’Alukina, un composto formato da allume di rocca, retinil palmitato, acido 18-beta-glicirretico e una sostanza naturale estratta dalla liquirizia che contribuisce in modo efficace al miglioramento del disagio fisico.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

La forfora può provocare prurito

La Dermatite Seborroica può colpire anche i lati del naso

Condurre una vita frenetica e stressante può peggiorare la Dermatite Seborroica

Scroll to Top