Dermatite seborroica del cuoio capelluto: come trattarla

La gestione della dermatite seborroica che colpisce il cuoio capelluto è strettamente connessa alla tipologia di pelle, alla gravità del disturbo e all’eventuale presenza di sintomi in zone diverse dalla testa.

La dermatite seborroica del cuoio capelluto viene comunque solitamente trattata con shampoo o lozioni senza corticoidi, contenenti almeno uno dei seguenti composti: acido salicilico, ketoconazolo, disolfuro di selenio o zinco piritione. Nei casi più complessi, il dermatologo può anche prescrivere farmaci per via orale.

Tra i ritrovati cosmetici più recenti c’è l’Alukina, composto polifunzionale costituito da tre sostanze naturali (Allume di Rocca, Retinil Palmitato e Acido 18-beta-glicirretico) che agiscono sinergicamente sul cuoio capelluto. In taluni casi il ritrovato ha portato effetti positivi solo dopo una settimana di applicazione regolare, protraendosi anche a distanza di un mese dall’ultimo uso. L’Alukina è disponibile in tre formulazioni: crema da applicare sia sul cuoio capelluto sia su altre aree del corpo interessate da dermatite seborroica, shampoo e lozione, utilizzabili anche in presenza di forfora.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

I prodotti per i capelli possono provocare la formazione di forfora secca

La biotina è un coadiuvante nella lotta alla Dermatite Seborroica al cuoio capelluto

La crosta lattea non ha niente a che vedere con la dermatite seborroica

Scroll to Top