Dermatite seborroica: come riconoscerla?

E’ di fondamentale importanza riconoscere l’aspetto esatto delle lesioni che contraddistinguono la dermatite seborroica, perché può accadere di incorrere in errori diagnostici, confondendola con altre patologie cutanee come psoriasi, dermatite atopica o rosacea. Per questo motivo una visita presso uno specialista dermatologo diviene indispensabile.

A partire da quali segni è possibile riscontrare la presenza della malattia?

Innanzitutto dalle aree interessate dalle lesioni, che sono limitate ad alcune parti del corpo particolarmente ricche di ghiandole sebacee: attaccatura dei capelli, cuoio capelluto, sopracciglia, lati del naso, pieghe dietro le orecchie e, negli uomini, torace e sterno. In casi più rari, possono essere colpite anche le ascelle, l’inguine, le mammelle e la piega tra i glutei.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

La dermatite seborroica può colpire anche il torace

Dormire bene aiuta a contrastare la dermatite seborroica

La Malassezia furfur è un lievito normalmente presente sulla superficie cutanea.

Scroll to Top