Cosa accade alla Dermatite Seborroica nei mesi freddi?

Come molti pazienti che ne sono affetti sanno, la dermatite seborroica è una malattia contraddistinta da un forte andamento stagionale. A partire dall’autunno e nei mesi più freddi, le persone colpite dalla patologia affrontano uno dei momenti peggiori per la malattia.

Una delle principali motivazioni del peggioramento è connessa allo stress che la cute subisce in questo periodo dell’anno, a causa dei continui passaggi tra ambienti caldi interni e ambienti esterni. Anche i riscaldamenti hanno un’influenza negativa sulla pelle, dato il loro effetto sui livelli di umidità delle stanze.

Per chi vive in città, uno dei nemici peggiori è poi lo smog, fonte di numerose problematiche per la pelle, in particolare la cute dei capelli ed il viso, tra cui irritazioni, disidratazione, aumento della comparsa di macchie scure  e perdita di tono.

Chi è affetto da dermatite seborroica, quindi, nei mesi freddi deve prestare molta attenzione, seguendo con scrupolo tutti quegli accorgimenti e rimedi finalizzati a contrastare la malattia e cercando di evitare i fattori di rischio che possono peggiorarla, come stress, cattiva alimentazione e condizioni ambientali sfavorevoli.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

ALUSEB® Crema non può essere usata per trattare la Dermatite Seborroica delle zone intime

ALUSEB® Shampoo può essere usato anche per il corpo durante la doccia

La dermatite seborroica colpisce soprattutto gli adulti

Scroll to Top