L'esperto risponde

Il nostro esperto dermatologo risponde alle vostre FAQ.

buogiorno, mio figlio di soli 7 mesi, ha una dermatite atopica, quindi zone del viso ( solo viso, e “a nel resto del corpo ) con rossore macchie in rilievo, ma con prurito che non riesco a capire, ma pare che non sia cosi accentuato perché si tocca poche volte per fortuna nelle zone interessate.abbiamo fatto gli analisi del sangue con le dovute visite anche dal dermatologo ( via pace a milano )ci è stata appunto diagnosticata questa forma di dermatite, solo che con gli esami approfonditi abbiamo scoperto che il bimbo è anche allergico ad alcuni alimenti ( uova – nocciole – latte ).pertanto da quel giorno, dato che veniva allattato dal seno, mia moglie si è impegnata a non assumere più questi alimenti, con la speranza che migliorasse. riassumendo ad oggi:- la dermatite non migliora, tranne che con la crema al cortisone LOCOIDOL ( ritorna subito però appena non la mettiamo più ). premetto che mia moglie è decisamente contraria col assumere medicine, specialmente di questo genere. – nonostante abbia smesso completamente l’allattamento dal seno, non migliora.- abbiamo smesso di fare impacchi con la soluzione fisiologica perchè anche con quella niente.essendo abbastanza delusi e “arrabbiati” per i risultati ottenuti, siamo a richiedervi un consiglio davvero utile per migliorare questa situazione.in attesa di un Vs. riscontro, cordiali saluti.Angela, Beppe e il piccolo Pietro.

La dermatite atopica è molto frequente nei bambini, nella maggior parte dei casi è destinata a sparire nei primi anni di vita. Per fortuna si va incontro all’estate e con una corretta esposizione al sole soprattutto in ambiente marino, tale forma tenderà a migliorare.

Scroll to Top